È l’ultima chiesa collocata alla fine della Via Francesco Mormino Penna.
La chiesa sotto il nome di Santa Chiara era annessa al convento delle Carmelitane Scalze che oggi risulta proprietà privata.
Fu sconsacrata nel 1950 e ceduta al Comune.
Oggi è adibita a museo e ospita alcuni affreschi cinquecenteschi provenienti dal complesso di Santa Maria della Croce.

L’edificio settecentesco presenta una facciata lineare e rettangolare ricca di motivi decorativi e di una finestra quadrilobata elegantemente lavorata dove si inserisce un rosone.
La parte alta della chiesa si chiude con un loggiato a tre arcate.

L’interno è costituito da un’aula rettangolare, resa particolare dalla pavimentazione risalente al 1757 che presenta disegni geometrici in pietra pece e dalle superfici interne decorate con affreschi sulla volta e tre quadroni raffiguranti le scene di vita di Santa Teresa, realizzati dal pittore don Gaetano Di Stefano.
Ci sono due altari: su quello principale si trova una tela di Filippo Fanelli del 1698 che raffigura Santa Teresa, nell’altro altare laterale costituito da colonne sormontate da capitelli corinzi vi è collocata “La Madonna in trono tra santi” , tela di Ludovico Suirech, della seconda metà del ‘700.
Altro elemento particolare è il Crocifisso decorato con motivi floreali presente sulla parete sinistra.